Serbatoio Autoclave – Comid

Che cos’è un Serbatoio Autoclave? Come funziona un serbatoio autoclave? Ma sopratutto, come funziona un serbatoio autoclave?

Cominciamo con una opportuna distinzione: distinguiamo fra ciò che è una pompa e ciò che invece è un autoclave, in particolare un serbatoio autoclave.

La pompa nient’altro è che una macchina che ci consente di aumentare la pressione dell’acqua all’interno di una tubazione, al fine di raggiungere le altezze (prevalenza) e le portate di cui necessitiamo. L’autoclave è invece un vero e proprio impianto che consta di uno o più serbatoi e una o più pompe, che ci consente di aumentare in maniera considerevole la pressione dell’acqua all’interno di un edificio.

Ora, il serbatoio può essere utilizzato in due modalità differenti:  impianto a caduta oppure impianto autoclave.

L’impianto a caduta funziona nel seguente modo: la pompa, installata direttamente sulla tubazione, spinge l’acqua fino a dei serbatoio situati sul tetto dell’edificio. Dal tetto l’acqua sfrutta la pressione determinata dalla gravità: in questo modo l’alimentazione delle utenze è garantita dalla forza di gravità.

L’impianto serbatoio autoclave invece è costituito da un serbatoio carico di aria compressa: la pompa riempie il serbatoio d’acqua facendo aumentare la pressione interna, arrestandosi quando il livello di pressione serbatoio autoclave

massima prestabilito è stato raggiunto. Quando una delle utenze apre l’acqua la pressione interna al serbatoio subisce una diminuzione. Quando la pressione si abbassa fino al livello minimo stabilito, la pompa riprende la propria azione, riprendendo il proprio il ciclo. Negli impianti più moderni l’aria compressa è sostituita da delle membrane costituite in materiale plastico.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *